Comune di Sassetta (LI)

Imposta di Soggiorno

Media bordo
Scorcio di Sassetta
Logo Comune di Sassetta
Imposta di Soggiorno
Home » Informazioni per » Pagare i tributi » Imposta di Soggiorno
media_bianco 4x4

L'Imposta di Soggiorno è istituita in base al D. Lgs. n. 23/2011.

Il Comune di Sassetta ha istituito l'Imposta di Soggiorno e ne ha approvato il Regolamento con Delibera Consiliare n. 13/2013.

Con Delibera di Giunta n.23/2023 sono state stabilite le TARIFFE e il PERIODO DI APPLICAZIONE dell'Imposta per l'anno corrente.

 

 

L'Imposta di Soggiorno si applica
dal 1 gennaio al 31 dicembre.

 

A COSA E' DESTINATO IL GETTITO DELL'IMPOSTA

Il gettito dell’imposta è destinato a finanziare interventi in materia di turismo, ivi compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, nonché interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali e ambientali locali e dei servizi pubblici locali. Tali interventi sono sintetizzabili nel seguente elenco esemplificativo ma non esaustivo:

  • Eventi promozionali e culturali che favoriscano i flussi turistici
  • Interventi di manutenzione e recupero dei beni culturali, paesaggistici, urbani e ambientali rilevanti per l’attrazione turistica
  • Interventi di manutenzione e arredo urbano a sostegno del turismo
  • Promozione e sviluppo della ricettività locale
  • Ristrutturazione e adeguamento delle strutture e dei servizi destinati alla fruizione turistica
  • Sviluppo di punti di accoglienza e sportelli per il turismo
  • Cofinanziamento di interventi promozionali da realizzarsi in collaborazione con la Regione Toscana e altri Enti
  • Incentivazione di progetti volti a favorire i flussi turistici nei periodi di bassa stagione
  • Progetti a sostegno delle risorse peculiari (storiche, territoriali, culturali, turistiche, gastronomiche, ecc.) di Sassetta
  • Progetti di formazione e aggiornamento per figure professionali del settore turistico
  • Finanziamento delle spese connesse ai flussi turistici e per la qualificazione dei servizi sul territorio
  • Interventi per il superamento delle barriere architettoniche
  • Attivazione progetti di miglioramento e incremento della percentuale di raccolta differenziata

 

CHI PAGA

I destinatari dell'Imposta sono tutti i soggetti che alloggiano nelle strutture ricettive di Sassetta, esclusi quelli che rientrano nelle esenzioni.

 

CHI APPLICA L'IMPOSTA DI SOGGIORNO

Le strutture ricettive presenti sul territorio comunale.
Per strutture ricettive si intendono tutte le strutture alberghiere, extra-alberghiere ed all’aperto che offrono alloggio.

Rientrano tra queste, a titolo esemplificativo e non esaustivo:

a) Alberghi

b) Residenze turistico-alberghiere

c) Affittacamere

d) Bed & breakfast

e) Agriturismi

f) Campeggi

g) Villaggi turistici

h) Aree di sosta

i) Parchi di vacanza

j) Strutture ricettive extra-alberghiere per la ospitalità collettiva

k) Case per ferie

l) Ostelli per la gioventù

m) Unità abitative ammobiliate ad uso turistico

n) Case e appartamenti per vacanze

o) Residenze d’epoca

p) Residence

q) Appartamenti ammobiliati per uso turistico, di cui all’art. 70 della Legge regionale Toscana 20 dicembre 2016, n. 86 “Testo unico del sistema turistico regionale”

r) Tutti gli immobili destinati alla locazione breve di cui all’art. n. 4 del decreto legge 24 aprile 2017, n. 50

 

ESENZIONI

Sono esenti dal pagamento dell'Imposta:

I minori di 12 anni
I residenti nel Comune di Sassetta
I lavoratori ospitati nella struttura ricettiva
Gli invalidi e un loro accompagnatore
I familiari di soggetti ricoverati in strutture ospedaliere vicine
I soggetti che alloggiano nella struttura ricettiva a seguito di provvedimenti delle autorità pubbliche per calamità o eventi straordinari o per prestare soccorso umanitario

 

 

TARIFFE

Il Sindaco, per l'anno in corso, ha stabilito il periodo di applicazione e le tariffe dell'Imposta:

 

PERIODO APPLICAZIONE
 

 

 
 
DAL 1 GENNAIO AL 31 DICEMBRE

 

 

TARIFFE
(a persona per pernottamento)
 
 
Tutte le strutture ricettive

(senza distinzione di classificazione)

 

 
€ 1.50
 

 

 

OBBLIGHI DEI GESTORI DELLE STRUTTURE RICETTIVE

1. I soggetti responsabili della riscossione, del versamento e della dichiarazione (adempimenti tributari) dell’Imposta di Soggiorno sono i gestori delle strutture ricettive presso le quali sono ospitati i soggetti passivi.

2. I gestori delle strutture ricettive sono tenuti a informare i propri ospiti, mediante affissione di appositi cartelli, circa l’applicazione, le tariffe e le esenzioni dell’Imposta di Soggiorno.

3. I gestori delle strutture ricettive rispondono direttamente del corretto e integrale riversamento dell’Imposta di Soggiorno al Comune di Sassetta.

4. I gestori delle strutture ricettive, in aggiunta ai prezzi e alle tariffe correntemente praticati, applicano le tariffe dell’Imposta di Soggiorno deliberate dal Comune di Sassetta. A tale scopo, nella ricevuta fiscale (o fattura o quietanza o altro documento equivalente), il gestore dovrà indicare l’importo dell’Imposta di Soggiorno sotto la dicitura “IMPOSTA DI SOGGIORNO COMUNE DI SASSETTA – FUORI CAMPO IVA”. È consentito il rilascio di ricevute fiscali (o fatture, quietanze o altri documenti equivalenti) cumulative per gruppi organizzati e singoli nuclei familiari. Il gestore dovrà conservare idonea documentazione delle quietanze rilasciate.

MODALITA' DI VERSAMENTO

Mediante mod. F24 Codice tributo 3936 - Codice Ente I454

5. Per le dichiarazioni dell’imposta di soggiorno dal 2021 le strutture ricettive devono utilizzare la piattaforma RICESTAT, tramite la quale già ottemperano agli adempimenti in materia di ISTAT. Nel link sottostante sono indicate le istruzioni operative per la gestione dell’Imposta di Soggiorno del MOTouristOffice Livorno : https://wci.unicom.uno/imposta-di-soggiorno-unicom/

6. I gestori delle strutture ricettive riversano al Comune di Sassetta le somme riscosse dai soggetti passivi entro 15 (quindici) giorni dalla fine di ciascun mese, con le seguenti modalità:

  • bollettino postale (su C/C 126573)
  • bonifico bancario ( IBAN:  IT22Q0359901800000000139141 )

7. Gli Appartamenti ammobiliati per uso turistico e Tutti gli immobili destinati alla locazione breve hanno l’obbligo di dichiarare all'Ente

entro il 15 del mese successivo 

*Il numero di coloro che hanno pernottato presso la propria struttura nel corso del mese, il relativo periodo di permanenza, il numero dei soggetti esenti, l’imposta dovuta e quella riscossa, gli estremi del versamento della medesima, nonché eventuali ulteriori informazioni utili ai fini del computo della stessa.


8. I gestori delle strutture ricettive hanno l’obbligo di dichiarare mensilmente al Comune di Sassetta i seguenti dati mediante l’apposita Dichiarazione Mensile predisposta dal Comune:

  • Numero di pernottamenti in tutto il mese
  • Periodo di permanenza dei pernottanti
  • Numero dei soggetti esenti
  • Importo della somma dovuta + importo della somma effettivamente riscossa
  • Gli estremi del versamento dell’imposta
  • Eventuali e ulteriori informazioni utili al computo dell’imposta

(es. se il mese di riferimento è luglio, il riversamento dell’imposta e le comunicazioni dovranno essere trasmessi al Comune entro il 15 agosto).

9. Il Modulo di Dichiarazione di cui al precedente comma deve essere compilato e trasmesso al Comune entro 15 (quindici) giorni dalla fine del mese di riferimento. L’invio del modulo di dichiarazione compilato può avvenire su supporto cartaceo (per posta o con consegna a mano), mediante email o a mezzo fax.
Il Comune si riserva anche la possibilità di definire modalità telematiche (con appositi software) per ricevere le dichiarazioni di cui sopra da parte del gestore.

10. In caso di mancato pagamento dell’Imposta da parte dei soggetti passivi, i gestori delle strutture ricettive sono tenuti a indicare nel Modulo di Dichiarazione le generalità complete dei soggetti morosi allegando copia dei documenti fiscali di pagamento rilasciati agli stessi, in modo da consentire al Comune di Sassetta l’applicazione delle sanzioni previste per i soggetti morosi. Tale adempimento può avvenire anche senza il consenso espresso dell’interessato, come prescritto dall’art.24, c.1, lettera a) del D. Lgs n. 196/03 (Codice in materia di protezione dei dati personali).

 

ADEMPIMENTI

Il Decreto Rilancio (D.L. 34/2020), convertito con Legge 77/2020, stabilisce all'articolo 180 alcune novità in materia di imposta di soggiorno; in particolare è cambiata la classificazione giuridica dei gestori delle strutture ricettive / agriturismi / locazioni turistiche, che adesso non sono più considerati come “agenti contabili”, bensì sono riconosciuti come “responsabili del pagamento della imposta di soggiorno”, ex art. 64 D.P.R. n. 600 del 29/09/1973, con diritto di rivalsa sui soggetti passivi.

Questa modificazione dell'inquadramento giuridico della figura dei gestori comporta alcune conseguenze operative.

In primo luogo, al momento, sembra essere venuto meno l'obbligo di presentare il conto di gestione (modello 21) entro il 30 gennaio di ogni anno.

Con l’approvazione del D.M.29 aprile 2022 è stato approvato il modello di dichiarazione dell’Imposta di soggiorno e le rispettive istruzioni per la compilazione.

Ricordiamo che la dichiarazione deve essere presentata dal gestore della struttura ricettiva o dal soggetto che incassa il canone o corrispettivo, ovvero che interviene nel pagamento dei canoni o corrispettivi relativi alle “locazioni brevi”.

La dichiarazione dovrà essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il portale appositamente messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello d’imposta, secondo le modalità approvate con il suddetto Decreto del Ministero dell’economia e finanza.

Ricordiamo che entro il 30/06/2022, oltre alla dichiarazione relativa all’anno d’imposta 2021 dovrà essere presentata anche quella relativa all’annualità 2020, attraverso le suddette modalità.

Eventuali dichiarazioni, a partire dall’anno d’imposta 2020, già inviate o che saranno inviate, in modalità diverse da quelle sopra riportate non saranno accettate e di conseguenza saranno ritenute nulle.

Di seguito indichiamo i link attraverso i quali è possibile reperire le istruzioni per la compilazione della dichiarazione dell’imposta di soggiorno ed il fac-simile della stessa.
- istruzioni per la compilazione della dichiarazione dell’imposta di soggiorno:

https://www.finanze.it/export/sites/finanze/.galleries/Documenti/Fiscalita-locale/imposta_soggiorno_istruzioni_definitive_31.03.2022_.pdf


- fac-simile modello di dichiarazione:

https://www.finanze.it/export/sites/finanze/.galleries/Documenti/Fiscalita-locale/imposta_soggiorno_modello_definitivo_31.03.2022_.pdf

 


I dati necessari alla compilazione della dichiarazione sono recuperabili dalla sezione archivio con dettaglio mensile per coloro che sono registrati sulla piattaforma MOTouristOffice Livorno/RICESTAT.
Per agevolare gli operatori nella compilazione, dal 15 giugno sarà presente anche una tabellina riepilogativa secondo il modello ministeriale raggruppata per trimestri da ricopiare sulla procedura telematica dell'Agenzia delle Entrate.

Si avvisa che l’omessa o infedele presentazione della dichiarazione comporterà l'applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria dal 100% al 200% dell'importo dovuto, mentre per l'omesso, ritardato o parziale riversamento dell'imposta di soggiorno si applicherà una sanzione amministrativa pari al 30% dell'importo non versato."


Inoltre  l’omessa o infedele presentazione della dichiarazione comporterà l'applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria dal 100% al 200% dell'importo dovuto, mentre per l'omesso, ritardato o parziale riversamento dell'imposta di soggiorno si applicherà una sanzione amministrativa pari al 30% dell'importo non versato.

 

MODULISTICA

 

- che i gestori delle strutture devono compilare e consegnare al Comune entro il 15 del mese -

 

- da compilare a cura degli utenti che ritengono di avere diritto all'esenzione (la struttura ricettiva deve poi allegare i moduli di esenzione alla dichiarazione mensile)

 

- da affiggere bene in evidenza per gli utenti -

 

- da consegnare agli utenti -

 

 

INFO:

UFFICIO TRIBUTI

Resp. Cristina Bandini

Tel. 0565 794 223 - Email: c.bandini@comune.sassetta.li.it

- Inizio della pagina -

Comune di Sassetta
(Provincia di Livorno)
Via Roma N° 15 - 57020 Sassetta (LI)
Centralino (n. 2 linee urbane) tel. 0565.794223 - Fax 0565.794203 P.IVA 00683460497
Il portale del Comune di Sassetta (LI) è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Dichiarazione di accesibilità

Il progetto Comune di Sassetta (LI) è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A.